Salta al contenuto

Categoria: Poesie in lingua Italiana

Raccolta di alcune poesie in lingua Italiana scritte da mio padre.

HOTEL DELIBAB

In un cantuccio dell’ Hotel Delibab, suonavi… ignoto sassofonista. Le tue mani leste e sicure quasi planavano sul malinconico ottone. L’aria trasandata di sognatore incallito, lo sguardo volto, forse, ad un passato parigino o ad un quartiere di New Orleans. E suonavi… suonavi senza sosta brani di passato. Ero li,…

CHISSA’ DA QUELE MUSA STILLI (Per Antonio Rossi “Poeta”)

Chissà da quale musa stilli e plasmi la vitale linfa attorcigliata e mai scontata. Chissà quale cippo d’alloro montano incatena e cinge il tuo pensar fremente. Chissà quale canone interiore or lineare or contorto: intento del retorico stupire? Stupisce la tua vena riservata a pochi che come te innalzano il…

VERSI ABBANDONATI

Il trascorso scorso della vita di mare forse si è insediato nel mio plasma quale fantastica e magica seduzione determinata da addii e ritorni. Nel certo dell’incerto, i lidi lontani, le tonde isolette del Quarnaro, le rupi scoscese di Formentera il nero malinconico di Ponta Dalgada. Tormentate solitudini d’abitudine marittima…

NEBBIA

Nebbia che offuschi l’ombra dei miei passi stanchi, che adombri il mio sguardo talvolta ferito. Scrigno d’aria morta che taci cupa senza una brezza che scuota il tuo fumo. Sicura del tuo stato solenne imperi sulle calli e sui carruggi del mio corpo. Nebbia del mio autunno, so che ti…

TERRA AMARA

Spesso… da sconosciute muse traggo ho terra… terra amara note per decantar le tue bellezze o per commiserar le tue ferite. Sarà forse il sale del sudore antico a render sterili i campi di Gallura dove la spiga stenta? E allora… spazio alle greggi che brucano la terra arida sotto…